Sei in: Home » Articoli
 » Contratti

Energia: obblighi di verifica su contratti non richiesti e 'lista nera' di venditori scorretti

energia elettrica bolletta enel
L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha preso dei provvedimenti finalizzati a tutelare i consumatori da venditori di energia elettrica e gas naturale che adottando pratiche commerciali scorrette concludono con i clienti contratti non richiesti. La delibera 153/2012/R/com prevede “misure di prevenzione, di ripristino e di stretto monitoraggio a tutela di clienti domestici e PMI”. La novità più interessante è l'introduzione di precisi obblighi di verificati per tutti i contratti siglati porta a porta o al telefono: al fine di ottenere l'espressa volontà del cliente di aderire all'offerta proposta, le società dovranno telefonare al cliente o inviargli una lettera apposita. Rafforzate inoltre dall'autorità le attività di monitoraggio finalizzate al rispetto degli obblighi e istituite procedure sanzionatorie nei casi di violazione delle regole: l'Autorità pubblicherà infatti sul proprio sito internet una “lista nera” dei venditori che registrano il più elevato numero di contratti non richiesti. In contrapposizione, verrà anche stilato un elenco di società che adotteranno procedure semplificate che a detta dell'Autorità vanno a vantaggio dei consumatori permettendogli di ottenere la certezza di rientro dai contratti non richiesti: sarà in particolar modo gradita la possibilità offerta al cliente di poter tornare al precedente venditore in modo automatico e senza costi aggiuntivi per mezzo di un'apposita procedura di ripristino. Inoltre, nel Codice di condotta commerciale sono state introdotte norme più ferree sugli obblighi per i commercianti, con l'obbligo di inserire nel cartellino identificativo il nome, il numero di codice, ma anche il numero verde della società titolare dell'offerta proposta.
(28/04/2012 - Andrea Proietti)
In evidenza oggi:
» Avvocati: il vademecum sulla privacy
» Cassazione: litigare davanti ai figli è reato
» Quali sono i beni che non si possono pignorare?
» Le misure cautelari
» Gdpr: al via la procedura online


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss