Sei in: Home » Articoli

Ministero del Lavoro: sospensione degli obblighi di assunzione dei disabili anche in caso di CIGS in deroga

lavoro lavoratore licenziamento strada
Il Ministero del Lavoro, con interpello n. 10 del 10 aprile 2012, risponde alla richiesta avanzata dall'ANCE, dall'ANISA e dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro, in merito alla possibile estensione della disciplina prevista dall'art. 3, comma 5, della Legge n. 68 del 1999, relativa alla sospensione degli obblighi occupazionali nei confronti dei lavoratori disabili, oltre che per le imprese in CIGS, anche in favore delle imprese che fruiscono dei benefici di cui alla CIGS in deroga. Il Dicastero, richiamata la norma che consente la sospensione dagli obblighi per le aziende che versino in situazioni di crisi aziendale, ristrutturazione, riorganizzazione quali causali per la concessione di cui alla CIGS, per le aziende che abbiano stipulato contratti di solidarietà difensivi nonché per quelle aventi i requisiti richiesti ai fini dell'attivazione della procedura di mobilità, evidenzia che la ratio di tale previsione risiede nell'esigenza di dar modo alle imprese di predisporre un piano di risanamento che individui il percorso da seguire per il mantenimento dei livelli occupazionali. Dalla normativa – prosegue il Ministero – non si evincono riferimenti espliciti alle aziende che fruiscono di forme di integrazione salariale in deroga; tuttavia si ritiene possibile – muovendo dalla ratio legis e considerando le medesime problematiche che accomunano la concessione di ammortizzatori sociali in deroga e non – applicare la disciplina sulla sospensione degli obblighi di assunzione dei lavoratori disabili anche negli altri casi di attivazione di ammortizzatori sociali in deroga e in particolare nei casi di CIGS in deroga (con esclusione invece della CIGO in deroga). La ratio della possibile estensione della sospensione - si legge nella risposta del Ministero - risiede nella impossibilità temporanea, anche per le aziende ammesse alla concessione dei benefici “in deroga” di provvedere, durante il periodo necessario al risanamento interno ai fini della salvaguardia dell'organico aziendale, al corretto rispetto della quota d'obbligo.
(13/04/2012 - L.S.)
Le più lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF