Sei in: Home » Articoli

Consulenza aziendale in Spagna: Costituire un'impresa in Spagna e le forme giuridiche

azienda in spagna, impresa in spagna, investire in spagna
Come accade in tutti quei casi in cui si decida di andare ad investire in un paese straniero, per ampliare la propria attività aziendale o, semplicemente, per tentare di conquistare nuove posizioni sul mercato, anche per portare a termine degli affari in Spagna – investendo del proprio denaro – può essere utile dare un'occhiata in modo preliminare alle varie forme giuridiche disponibili per creare un avamposto della propria attività in terra iberica. Prima di tutto, per organizzare una valida strategia per avere un approccio ottimale al mercato spagnolo, è bene considerare in modo attento quali sono le proprie necessità: in tanti casi, infatti, è bene scegliere subito tra una filiale, una succursale od un ufficio di rappresentanza, quale possa essere la giusta soluzione per poter operare senza alcun problema all'interno di un mercato potenzialmente interessante. Qui di seguito, prenderemo in esame singolarmente le varie forme giuridiche, tentando di offrirne una descrizione utile ad aiutare l'investitore nella scelta. La prima forma giuridica disponibile, è quella della filiale: quest'ultima, si presenta come una società in grado di operare in modo autonomo sul mercato, sviluppando affari e contraendo obbligazioni in modo diretto, grazie alla sua personalità giuridica propria, che le permette in questo senso di non dover dipendere in modo così stretto dalla casa madre: in linea di massima, la filiale può essere costituita nella forma della società anonima (società per azioni) o nella forma della società limitata anonima (società a responsabilità limitata). La seconda opzione è quella offerta invece dalla succursale: si tratta in questo caso di una sorta di sede secondaria, vale a dire, che può nascere nel momento in cui già è stata costituita la società madre dalla quale può dipendere per determinate decisioni e politiche di gestione. È comunque dotata di una forma di rappresentanza stabile e gode di una certa autonomia rispetto alla casa madre: la succursale, infatti, può portare a termine degli affari in modo autonomo, pur tuttavia, tenendo presente che gli stessi in genere fanno riferimento all'attività principale della società madre. La terza forma giuridica a disposizione di coloro i quali intendano poter operare anche sul mercato spagnolo, è quella dell'ufficio di rappresentanza: in questo caso, però, va subito detto che quest'ultimo non dispone di una personalità giuridica propria, potendo in questo senso limitarsi a svolgere delle attività di promozione, ricerca ed analisi del mercato per conto della società madre, dalla quale dipende in modo pressoché completo. Ma in definitiva, qual è il miglior modo per operare sul mercato iberico? Le S.A. o S.L., le società anonime e società limitate anonime, offrono in quanto persone giuridiche ampi margini di manovra: soprattutto, quando queste ultime vengono usate per costituire joint venture con imprese già presenti. Va ricordato che, attraverso una joint venture, è possibile essere presenti sul mercato spagnolo senza stabilirvisi fisicamente, magari attraverso contratti di distribuzione, operando con un agente, un commissionario, o infine, attraverso un franchising. Per gli imprenditori interessati a fare business in Spagna è disponibile una comparativa fiscale con pratico esempio al seguente link:COMPARATIVA FISCALE ITALIA - SPAGNA
Studio Legale e di consulenza aziendale in Spagna
Ana Fernandez & Geval

Indirizzo: Calle Cirilo Amorós nº 1, 1º,3a - 46004 Valencia (Spagna)
Tel: +34.647.44.21.02
Email: abogadafernandez@nonbisinidem.com
Contatti con lo Studio Legale Ana Fernandez & Geval

Brochure dello studio legale
(04/04/2012 - L.V.)
Le più lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Addio definitivo alla SiaeAddio definitivo alla Siae
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF