Sei in: Home » Articoli

Provvedimenti d’urgenza e periculum in mora

Condividi
Seguici

Nei provvedimenti d’urgenza va escluso il periculum in mora "allorchè tra il verificarsi dell’evento prospettato come dannoso e la proposizione della domanda cautelare sia decorso un apprezzabile periodo di tempo". E’ quanto stabilito dal Tribunale di Ascoli Piceno (ordinanza del 5/8/2003) che, richiamando una decisione delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione (n.3670/97), ha rigettato un reclamo, proposto ai sensi dell’artico 669 terdecies c.p.c., contro un’ordinanza con cui il giudice monocratico aveva a sua volta respinto un ricorso ex art. 700.
(18/09/2003 - Avv.Francesca Romanelli)
In evidenza oggi:
» Sanatoria per la tassa rifiuti non pagata
» Avvocati: Cassa Forense non può pretendere i contributi oltre i 5 anni
» Legge Pinto: cosa prevede e come si presenta il ricorso
» Sospensione licenza fucile uso caccia
» Riforma magistratura onoraria: ok dal Governo

Newsletter f t in Rss