Fisco: meno tasse dal 2014 ma forse anche prima

euro
La lotta contro gli evasori fiscali potrebbe portare vantaggi concreti per i contribuenti che invece le tasse le pagano. Il Consiglio dei Ministri infatti sta per varare un decreto di semplificazione fiscale che pur non affrontando una riforma organica dovrebbe porre le basi per una futura riduzione delle imposte. Si ipotizza in particolare la costituzione di un fondo dove dovrebbero confluire le somme ricavate dalla lotta all'evasione. Tali somme dovrebbero essere poi destinate alla riduzione dell'Irpef. Il presidente del consiglio Mario Monti ha indicato quelli che sono gli obiettivi: da un lato mettere da parte le risorse necessarie e poi procedere con la riduzione delle tasse. Per il momento bisogna aspettare, spiega il premier, spiegando che per il momento il CDM si occuperà solo della semplificazione fiscale e non di una riforma fiscale ma ribadisce che le risorse che arriveranno dalla lotta all'evasione dovranno costituire un beneficio per tutta la collettività. "Ci attendiamo - spiega Monti - robusti benefici, sia per gli strumenti messi a disposizione" delle autorita' competenti sia "per il cambiamento di psicologia". Per la riduzione delle tasse spiega Monti non è detto che si debba attendere il 2014. Forse qualcosa si potrà concedere anche prima.
Altre informazioni su questo argomento
(22/02/2012 - N.R.)
In evidenza oggi:
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss