Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Cassazione: i Prof debbono controllare la sicurezza delle stanze degli alunni in gita

studenti scuola
Esiste un obbligo di diligenza preventivo per i Prof che accompagnano gli studenti in gita scolastica e tale dovere impone loro di trovare alberghi sicuri. ╚ quanto afferma la Corte di Cassazione (sentenza sentenza n. 1769/2012) precisando peraltro che gli insegnanti devono anche controllare le singole stanze dove alloggiano i ragazzi perchÚ se qualcuno si fa male c'Ŕ il rischio di una condanna per risarcimento danni. Nel caso esaminato da Piazza Cavour una studentessa si era ferita gravemente scivolando da una terrazza dell'albergo dove alloggiava durante una gita scolastica. La ragazza era salita su un parapetto del balcone della stanza ed aveva raggiunto la terrazza insieme ad un amico.
Era poi scivolata e precipitata per circa 12 metri con lesioni che la rendevano invalida. Il caso finiva in Tribunale con una richiesta di risarcimento dei danni sia nei confronti del Ministero della pubblica istruzione sia nei confronti dell'albergo sia nei confronti dell'istituto scolastico. Nella domanda i genitori della ragazza denunciavano la "mancanza di controllo e di sorveglianza degli alunni da parte del professore in gita con la classe e mancanza di sicurezza dell'albergo". Sia il tribunale sia la corte d'appello respingevano la domanda risarcitoria facendo rilevare che gli studenti erano prossimi alla maggiore etÓ e dotati "di un senso del pericolo". Di diverso avviso la suprema corte che ha ribaltato le due sentenze ricordando che "proprio perche' il rischio che, lasciati in balia di se stessi, i minori possano compiere atti incontrollati e potenzialmente autolesivi, all'istituzione e' imposto un obbligo di diligenza per cosi' dire preventivo, consistente, quanto alla gita scolastica, nella scelta di vettori e di strutture alberghiere che non possano, al momento della loro scelta, ne' al momento della fruizione, presentare rischi o pericoli per l'incolumita' degli alunni". Secondo i giudici di piazza Cavour "incombe all'istituzione scolastica la dimostrazione di avere compiuto controlli preventivi e di avere impartito le conseguenti istruzioni agli allievi affidati alla sua cura e alla sua vigilanza". Nel caso di specie dunque i Prof avrebbero dovuto rilevare come dalle camere fosse troppo facile accedere al solaio di copertura ed adottare di conseguenza misure idonee come anche il rifiuto di alloggiare studenti in una stanza poco sicura.
(15/02/2012 - N.R.)
In evidenza oggi:
» Mense e scuole senza menu vegano? In arrivo multe fino a 18mila euro
» L'avvocatura nell'epoca delle incertezze
» La data certa
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» ResponsabilitÓ medica nella chirurgia estetica

Newsletter f g+ t in Rss