Sei in: Home » Articoli

GIUDICI e RESPONSABILITA' CIVILE DIRETTA - Un lettore commenta l'intervento del Prof. CENDON

giudice sentenza
POSTA e RISPOSTA n.236 si occupa di responsabilità dei giudici e consiste nelle considerazioni espresse (alle h.10:59 del 13 feb '12 da angelo_mascia@virgilio.it) dal nostro lettore ANGELO MASCIA di Bologna al bellissimo intervento del Prof. Paolo CENDON pubblicato su Studio Cataldi il 7 feb '12: "commento equilibrato e pacato. E' evidente che con l'emendamento non si vuole il risarcimento del danno bensì dar sfogo alla voglia di 'dare una lezione' al giudice che mi ha dato torto. Solo questo è l'obbiettivo di vuole prendersela (anche) direttamente e personalmente contro il giudice 'che ha sbagliato'. E' facile prevedere che assisteremo al proliferare di una pletora di azioni di litiganti perdenti che non vorranno negarsi la soddisfazione di tentare,dopo la sconfitta sul campo, di mortificare il giudice sul terreno della azione risarcitoria , che comunque resta invece salva e che potrà sempre coinvolgere il giudice stesso nella rivalsa dello Stato nei suoi confronti. E cosa accadrà nel settore della giustizia amministrativa? Sarà il giudice ordinario -configurandosi la pretesa risarcitoria quale classico diritto soggettivo (come tale rientrante nella giurisdizione del giudice ordinario) - a riconoscere e sanzionare il giudice amministrativo 'fellone'? Angelo Mascia - Bologna". - Grazie, caro Angelo, per quanto hai scritto. Vedremo quali sviluppi avrà la proposta di legge nell'iter parlamentare.
Ad multos annos!
(14/02/2012 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF