La colf rimane 'vittima' di un incidente domestico? Il padrone di casa e' chiamato a risponderne in prima persona. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione occupandosi del caso di una collaboratrice domestica che, mentre spolverava, era caduta da una scala procurandosi lesioni gravissime. Per la Suprema Corte, anche se i collaboratori domestici non rientrano nella categoria dei lavoratori prevista dal decreto legislativo 626/'94 hanno diritto ad essere ''tutelati'' il piu' possibile perche' diversamente ''alcune categorie di lavoratori sarebbero del tutto sprovviste, nello svolgimento del loro lavoro, di misure di prevenzione e di salvaguardia''.
Condividi
Feedback

(08/09/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi
» Sospensione del mutuo: ecco il modello