Le nozze nulle non annullano la comunione dei beni. Anche se il matrimonio, dopo l'annullamento della Sacra Rota, e' come se non fosse mai esistito, i due ex coniugi dovranno comunque dividere i beni a meta'. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sottolineando come in caso contrario si violerebbe il principio della ''parita' tra i coniugi e della tutela di quello economicamente piu' debole che ha ispirato la riforma del diritto di famiglia del '75''.
Condividi
Feedback

(06/09/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto
» Il reato di maltrattamenti in famiglia nella giurisprudenza