Sei in: Home » Articoli

Codacons: avviate le pratiche per una class action per i passeggeri di Costa Concordia

salvagente nave naufragio yhact
Il Codacons scende in campo annunciando di aver avviato le pratiche per una class action contro la societÓ di navigazione responsabile del naufragio della nave da crociera Costa Concordia presso l'Isola del Giglio. L'azione mira a far riconoscere e passeggeri dell'imbarcazione il risarcimento dei danni subiti. In un comunicato stampa il Presidente dell'associazione dei consumatori afferma che "Si tratta di un incidente di inaudita gravitÓ" e che " Tutti coloro che si trovavano a bordo della nave hanno diritto ad essere risarciti non solo per i danni materiali subiti (costo vacanza, beni personali persi o danneggiati, e ogni eventuale danni fisico), ma anche per quelli morali, come la paura e il terrore subiti, e per i rischi corsi in relazione all'incolumitÓ fisica". Secondo il Codacons la misura del risarcimento non dovrebbe essere inferiore a 10.000 euro per ciascun passeggero. E' inammissibile, spiega il Presidente, che si verificano simili incidenti nonostante le sofisticate strumentazioni a disposizione che servono proprio per evitare scontri e incagliamenti.
Per questo "La magistratura dovrÓ indagare per disastro colposo e naufragio, accertando le responsabilitÓ di chi aveva il compito di guidare la nave in quel tratto di mare". Chi era a bordo della Costa Concordia potrÓ aderire alla class action compilando l'apposito modulo nel sito dell'associazione.
(15/01/2012 - N.R.)
In evidenza oggi:
» In arrivo pi¨ ferie e ponti per tutti
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» ResponsabilitÓ medica: l'art. 590-sexies e l'intervento delle Sezioni Unite


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
RIMEDI ALTERNATIVI AL REPECHAGE IN IPOTESI DI LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DETERMINATO DA RIORGANIZZAZIONE AZIENNDALE PER RIDUZIONE DI PERSONALE OMOGENEO E FUNGIBILE