Sei in: Home » Articoli

Sfratti: Sunia, Sicet e Uniat, bene decisione su proroga ma resta da affrontare emergemza sfratti per morositÓ

casa condominio
In un comunicato stampa congiunto SUNIA, SICET ed UNIAT esprimono soddisfazione per la decisione del Governo di inserire nel decreto "mille proroghe" il differimento al 31 dicembre 2012 dell'esecuzione degli sfratti per venire incontro alle famiglie pi¨ disagiate. Resta per˛ apertto il problema dell'emergenza sfratti per morositÓ. Secondo le tre associazioni siamo di fronte a una vera emergenza se si considera che sono stati sentenziati di ben 216.000 sfratti per morositÓ negli ultimi cinque anni cifra che rappresenta peraltro l'80% degli sfratti. Se non si interviene subito si stima che nei prossimi tre anni si aggiungeranno altri 100.000 sfratti C'Ŕ qualcosa che non va, secondo le tre associazioni. Sono i fatti che dimostrano l'inadeguatezza delle politiche pubbliche e delle leggi di mercato dove a quanto pare la capacitÓ reddituale della domanda non si incontra con le attese dell'offerta. Quello che chiedono SUNIA, SICET ed UNIAT Ŕ che in sede di conversione del decreto venga inserita anche la sospensione dell'esecuzione degli sfratti per morositÓ incolpevole.
Una misura che naturalmente dovrebbe essere accompagnata anche dalla previsione di risorse "per il Fondo di Sostegno all'affitto, che permettano di recuperare le morositÓ e ridefinire le condizioni contrattuali tra le parti".
(26/12/2011 - N.R.)
Le pi¨ lette:
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullitÓ della notifica via pec
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
» Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito Ŕ miliardario
In evidenza oggi
Condominio: l'acqua non si stacca ai morosiCondominio: l'acqua non si stacca ai morosi
Accedere all'email altrui Ŕ reato anche se si conosce la passwordAccedere all'email altrui Ŕ reato anche se si conosce la password

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF