La funzione del notaio non si esaurisce nella semplice registrazione delle dichiarazioni delle parti. Lo ha affermato la Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (sent. n. 309/03), precisando che il notaio ha l’obbligo di estendere il proprio operato all’attività di consulenza, anche fiscale, nei limiti delle conoscenze che devono far parte del normale bagaglio di un professionista che svolge la sua attività principale nel campo della contrattazione immobiliare.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: