Sei in: Home » Articoli

Cassazione: infortuni sul lavoro. Quando il datore pu˛ cedere responsabilitÓ

stretta mani id9028
Con la sentenza 27 ottobre 2011, n. 1440, la Corte di Cassazione ribadisce che, in materia di diritto del lavoro, il datore di lavoro pu˛ cedere la responsabilitÓ per violazione delle norme infortunistiche solo delegando la conduzione e l'individuazione dei lavori a terze persone. La delega deve essere completa e non generica, ossia deve avere l'accettazione del delegato, la prova delle sue capacitÓ tecniche e sopratutto dei suoi poteri d'intervento e di spesa e deve risultare da atto scritto recante data certa. In particolare Ŕ decisivo il rilievo che il soggetto delegato sia munito di poteri gestori che consentano di esercitare concretamente ed efficacemente le funzioni a lui affidate. In senso contrario la delega sarÓ documento vago e privo della concreta indicazione e predisposizione dei poteri occorrenti. Venendo meno queste accezioni la responsabilitÓ sarÓ solo del datore di lavoro.
(03/11/2011 - L.S.)
In evidenza oggi:
» Multe fino a 425 euro per chi getta rifiuti dal finestrino
» Basta impedire al padre di vedere il figlio per due giorni per commettere reato
» La chiusura delle indagini preliminari
» WhatsApp, cambiamenti e novitÓ in arrivo
» Processo civile: le decisioni "a sorpresa" del giudice

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss