Sei in: Home » Articoli

Ritardo nei pagamenti: tasso di interesse applicabile nelle transazioni commerciali

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 160 del 12 luglio scorso stato pubblicato il Comunicato del Ministero delle Finanze relativo al saggio di interesse da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali. Tale comunicato dispone che, ai sensi dell'art. 5, 2 co. D.L. n. 231/02, il saggio d'interesse applicabile per i ritardo nei pagamenti, al netto della maggiorazione ivi prevista (7 o 9 punti percentuali), pari al 2,10% per il semestre 1 luglio-31 dicembre 2003. In altre parole, il saggio di interesse a favore del creditore nei casi di ritardo nelle transazioni commerciali sar del 9,10%. Il suddetto decreto, e pertanto la disciplina sugli interessi di mora, applicabile ai contratti stipulati successivamente all'8 agosto 2002, ma in ogni caso le parti possono liberamente derogarvi.
(08/08/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Affido condiviso: s a diritto di visita rigido per tutelare i figli
» Reato di invasione di edifici: in arrivo multe fino a 2mila euro
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss