Sei in: Home » Articoli

Danni macropermanenti - Risarcimenti dimezzati - Il Governo forse deve ritirare il decreto di agosto!

airbag aperto
Incredibile alla Camera dei Deputati! Ieri, 26 ott '11, è stato il giorno della rissa collettiva in cui un bossiano ed un finiano sembra si siano strappati a vicenda la camicia "per una disputa che riguardava solo i rispettivi capi e i loro cerchi più o meno magici", come ricorda con la solita, favolosa arguzia Massimo GRAMELLINI su La Stampa. Ma è accaduto anche che la maggioranza di governo sia andata sotto proprio sul provvedimento che si propone di ridimensionare di molto le liquidazioni dei danni da incidenti stradali. Quasi che anche le vittime della strada debbano scontare sulla loro pelle i continui tagli che si vanno praticando continuamente allo stato sociale. Infatti, curiosamente l'Esecutivo ha dato per errore il via libera ad una mozione dell'esponente Api Pino PISICCHIO, copia conforme di una precedente proposta dell'opposizione già bocciata, che impegna il Governo a RITIRARE il decreto di agosto oggetto di tante polemiche. Ne vedremo, dunque, delle belle su quel che accadrà ora.
Torneremo analiticamente sull'argomento delle tabelle relative alle invalidità MACROPERMANENTI.
(27/10/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Addio definitivo alla SiaeAddio definitivo alla Siae
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF