Sei in: Home » Articoli

Cassazione: non è licenziabile dipendente che riga l'auto di un collega

licenziamento mobbing lavoro
"In tema di verifica giudiziale della correttezza del procedimento disciplinare, il giudizio di proporzionalità tra violazione contestata e provvedimento adottato si sostanzia nella valutazione della gravità dell'inadempimento del lavoratore e dell'adeguatezza della sanzione, tutte questioni di merito che ove risolte dal giudice di appello con apprezzamento in fatto adeguatamente giustificato con motivazione esauriente e completa, si sottraggono al riesame in sede di legittimità". E' quanto ricordato dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 18835 del 15 settembre 2011 in merito alla legittimità o meno del licenziamento irrogato ad un dipendente che aveva rigato, con un oggetto metallico, la fiancata ed il cofano di una autovettura parcheggiata accanto alla propria negli spazi in uso ai dipendenti della società. La Suprema Corte, rigettando il ricorso della Società avverso la sentenza della Corte d'appello che, riformando la sentenza di primo grado, aveva dichiarato illegittimo il licenziamento del dipendente, condivide l'orientamento del giudice d'Appello secondo cui, sebbene la condotta del lavoratore denoti un atteggiamento incivile e certamente censurabile, non può valere il rilievo dell'intenzionalità in quanto questo elemento non può di per sè indurre a ritenere sussistente, nella specie, il "notevole inadempimento" che legittima, in base alla contrattazione collettiva, il licenziamento in tronco.
(22/09/2011 - L.S.)
Le più lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF