Sei in: Home » Articoli

Manovra: Cgia, con abolizione province rimarrebbe 96,1% della spesa

euro soldi
Anche nell'ipotesi in cui si dovessero abolire le province italiane, il risparmio effettivo sarebbe molto esiguo. Lo afferma in un comunicato stampa la Cgia di Mestre. Secondo l'Associazione "sugli oltre 13 miliardi che vengono spesi nel nostro Paese, in totale, per tutte le Province, il risparmio sarebbe appena superiore ai 500 milioni, pari appunto al 3,90% del totale". In sostanza resterebbe il 96,1% della spesa. A queste conclusione la Cgia Ŕ pervenuta analizzando in dettaglio le spese delle amministrazioni provinciali in ogni regione. Come spiega Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA "l'abolizione delle amministrazioni provinciali farebbe risparmiare, nel breve periodo, solo le voci di spesa riguardanti i costi della politica, che rappresentano in realtÓ solo una minima parte: le funzioni, oggi in capo alle Province, e soprattutto i relativi costi di gestione e di personale, andrebbero a gravare sugli altri Enti locali che si accollerebbero le funzioni delle Amministrazioni provinciali".
(05/09/2011 - N.R.)
Le pi¨ lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF