Sei in: Home » Articoli

Senato approva manovra economica che sale a 70 miliardi

senato id8482
Con 161 si, 135 no e 3 astensioni, il Senato ha approvato la manovra economica proposta dal Governo che ora passa dagli iniziali 47 miliardi di euro a più di 70 fino al 2014. Tra i principali provvedimenti il taglio a tutte le agevolazioni fiscali, tra cui i figli a carico, i redditi da lavoro dipendente, gli asili, i figli a carico e gli universitari. “Esatta, corretta ed allineata sull'asse del tempo esattamente come concordata in Europa”, la manovra che, contiene “nuove azioni per la crescita: dal credito per la ricerca ai contratti per la produttività, da processo civile, al turismo”, “porterà a debito zero entro il 2014” ha commentato Tremonti intervenendo al Senato prima del voto di fiducia.
Ma non tardano ad arrivare le critiche per i tagli indistinti così come emerso dalla nota diffusa da Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni: “Lo squilibrio dei tagli proposti dalla manovra che gravano in modo insopportabile su Regioni e Enti locali, basti pensare che poco meno del 50% dell'intervento finanziario grava sui bilanci delle Regioni, rappresenta un'ingiustizia e necessita di un serio riequilibro”. La manovra passa ora alla Camera dei deputati per l'approvazione definitiva.
(14/07/2011 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Registrare le conversazioni viola il diritto alla riservatezza
» Notifica cartella via pec: illegittima senza firma digitale
» Carabinieri, concorso per 2.000 posti
» Avvocati: il vademecum sulla privacy
» Pensioni: via la Fornero e tagli a quelle d'oro


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss