Sei in: Home » Articoli

Corte di Appello di Roma: si alla carta di soggiorno per motivi familiari a immigrato irregolare

clandestino immmigrato
La Corte d'Appello di Roma ha riconosciuto il diritto degli immigrati ad ottenere la carta di soggiorno per motivi familiari anche se il loro ingresso in Italia è avvenuto illegalmente. Il caso esaminato dalla Corte si riferisce un Tunisino che pur essendo entrato in Italia come irregolare era però sposato con una cittadina dell'unione europea (una donna rumena). Il decreto della Corte d'Appello ha sostanzialmente recepito un principio sancito dalla Corte di Giustizia della Comunita' Europee (sentenza 25/7/2008) che la questura di Roma e il giudice di primo grado avevano completamente disatteso. Secondo tale principio chi è sposato con un soggetto appartenente all'unione e si trova soggiornare in uno Stato membro di cui non ha la cittadinanza gode delle disposizioni della Direttiva a prescindere dalla modalita' con cui ha fatto ingresso nello stato membro.
(13/07/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'è e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione
Autovelox: addio multa sul rettilineo senza l'altAutovelox: addio multa sul rettilineo senza l'alt

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF