Sei in: Home » Articoli

Cassazione: giro di vite contro chi offende l'etica sessuale delle donne

cellulare sms id10416.png
Linea dura della Cassazione contro chi mette in discussione l'etica sessuale delle donne. L'avvertimento arriva dalla quinta sezione penale che ha confermato la condanna per ingiuria nei confronti di un cinquantenne che aveva scritto dei messaggi alla figlia contenenti espressioni spregiativi in tema di etica sessuale della madre, sua ex moglie. Poco importa se il messaggio irriverente verso la ex era veicolato per interposta persona. Il responsabile deve comunque pagare. Inutile il tentativo della difesa di alleggerire la sua posizione sostenendo di non aver mai incaricato la figlia di riferire il contenuto del suo messaggio alla madre. I giudici della Corte con sentenza 23202/2011 hanno respinto il ricorso ed annotano che è stato dimostrato "l'invio di sms al telefono cellulare della figlia contenenti espressioni spregiative al femminile in tema di etica sessuale" e che tanto basta per una condanna penale.
Altre informazioni su questa sentenza
(24/06/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF