Sei in: Home » Articoli

Ministero Salute: Batterio E.Coli, nessun problema per consumo ortaggi e verdura cruda

Il Ministro della Salute Ferruccio Fazio ha emanato una nota stampa per chiarire la situazione in Italia in relazione al batterio E.Coli. Dopo i casi di infezione in Germania e in altri stati europei, il Ministero della Salute ha ritenuto opportuno tranquillizzare i cittadini italiani, anche per evitare inutili allarmismi sul consumo di frutta e verdura cruda. “La situazione è sotto controllo, non deve generare allarmismi e non deve modificare le nostre abitudini alimentari, a cominciare dal consumo di verdura e frutta cruda dopo averla lavata – ha dichiarato il Ministro - Abbiamo allertato le Regioni, le strutture sanitarie e gli uffici sanitari alle frontiere, responsabili dei controlli sulle importazioni alimentari.
Nei giorni scorsi, quando le autorità sanitarie tedesche avevano comunicato che i responsabili della diffusione del batterio potessero essere i cetrioli, ne avevamo sequestrate diverse partite, per un totale di 16 quintali, prontamente dissequestrate quando tutte le analisi hanno dato risultati negativi”. Ad horam nessun caso di infezione è stato segnalato sul territorio italiano: né residenti né turisti italiani provenienti dal territorio tedesco hanno riscontrato sintomi da infezione da batterio E.Coli. Le consuete norme igieniche risultano sufficienti per evitare le infezioni: è necessario lavare bene gli alimenti, gli utensili da cucina, evitare di mangiare carne cruda, lavare accuratamente le mani prima di manipolare i cibi. Per i cittadini provenienti dal territorio tedesco, inoltre, il Ministero della Salute invita a contattare il proprio medico di fiducia in presenza di diarrea emorragica o di sintomi gastroenterici.
(09/06/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il reato di ricettazione
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pecOpposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF