Sei in: Home » Articoli
 » Contratti

Ministero dell'Interno: assunzione lavoratori extracomunitari, datore di lavoro ancora tenuto a trasmettere il contratto di soggiorno (modello Q)

Il Ministero dell'Interno, con circolare n. 3666 del 13 maggio, fornisce chiarimenti in merito alle comunicazioni obbligatorie cui sono tenuti i datori di lavoro in caso di assunzione di lavoratori extracomunitari. L'attuale disciplina dispone che l'obbligo previsto dall'art. 22 comma 7 del T.U. n. 286/98 - concernente la necessitā di comunicare ogni variazione sopravvenuta nel rapporto di lavoro con lo straniero - č assolto con la comunicazione unificata, secondo le modalitā stabilite dal D.M. 30 ottobre 2007, mentre, nel caso in cui venga instaurato un nuovo rapporto di lavoro con un cittadino straniero regolarmente soggiornante in Italia, il datore di lavoro č tenuto a trasmettere il contratto di soggiorno (mod.Q), indicando anche la sistemazione alloggiativa del lavoratore straniero e assumendo l'impegno al pagamento delle spese di ritorno dello stesso nel Paese di provenienza. Il Dicastero precisa che, recentemente, gli standard del sistema adottati con il citato decreto interministeriale sono stati implementati, comprendendo anche i dati finora riportati nel "modello Q", tuttavia, si legge nella circolare, tale semplificazione sarā applicata, in questa prima fase, a titolo sperimentale con la conseguenza che la comunicazione obbligatoria non sostituirā il modello Q che dovrā ancora essere trasmesso dal datore di lavoro in caso di nuova assunzione. Nella circolare si comunica inoltre che sono comunque in corso di realizzazione gli adeguamenti del sistema che consentiranno la definitiva sostituzione del modello Q con le comunicazioni obbligatorie.
(21/05/2011 - L.S.)
In evidenza oggi:
» Multe fino a 425 euro per chi getta rifiuti dal finestrino
» Basta impedire al padre di vedere il figlio per due giorni per commettere reato
» Guida legale sulla responsabilitā disciplinare dei magistrati
» Assegno di mantenimento: detrae solo chi versa
» Processo civile: le decisioni "a sorpresa" del giudice

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss