Sei in: Home » Articoli

Agenzia delle Entrate, proroga per pagare 730, Irap e anticipo Cedolare secca

L'Agenzia delle Entrate rende noto lo slittamento del termine ultimo per i pagamenti di dichiarazione dei redditi (730), Irap e cedolare secca. Grazie alla firma di un decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la scadenza del pagamento delle tasse Ŕ slittata dal 16 giugno al 6 luglio 2011, senza alcun costo aggiuntivo. Tale misura riguarda tutte le persone fisiche e le attivitÓ interessate dagli studi di settore. SarÓ possibile effettuare i versamenti sulle tasse in oggetto anche dal 7 luglio e fino al 5 agosto, versando un interesse minimo dello 0,4%. Di conseguenza slittano anche i termini per la presentazione della dichiarazione dei redditi: al 16 giugno per 730 consegnati al datore di lavoro; al 20 giugno 2011 se il modello viene presentato a professionisti e/o Caf convenzionati.
Previsto anche il differimento della data di invio del modello telematico dal 30 giugno al 12 luglio 2011. Per tutti gli altri versamenti e adempimenti previsti dal primo al 20 agosto c.a., inoltre, il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri stabilisce uno slittamento complessivo del termine ultimo al 22 agosto per permettere ai contribuenti di fruire di maggior tempo per evitare gli eventuali disagi estivi.
(20/05/2011 - Emanuele Ameruso)

Link correlati:
Scarica il testo del provvedimento">

Da questa pagina ├Ę possibile scaricare il testo del provvedimento:
Scarica il testo del provvedimento

Le pi¨ lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Addio definitivo alla Siae
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF