Sei in: Home » Articoli

Lampedusa, governo vara il "buono vacanza"

E' partita la seconda fase del piano del governo per l'isola di Lampedusa, nel mirino di un incessante flusso di immigrati clandestini, che giungendo senza sosta con sbarchi dal Nord Africa, rischiano di rovinare l'immagine dell'isola siciliana, compromettendo la stagione turistica, il principale settore di sostentamento per i circa 10 mila abitanti lampedusani. Proprio per evitare le ripercussioni negative che gli sbarchi potrebbero comportare sulle presenze turistiche, ma anche per rilanciare il turismo e l'economia isolana, anche rispetto ai livelli ordinari, il governo ha deciso di varare i cosiddetti “buoni vacanza”, in concerto con le associazioni del commercio e dell'industria (Confcommercio, Confesercenti, Confindustria), al fine di promuovere la filiera turistica di Lampedusa, e rilanciarne l'immagine quale luogo di eccellenza per il turismo. L'iniziativa, specifica il ministro del turismo, non vuole essere un semplice risarcimento del governo nazionale verso l'economia lampedusana, che ha dovuto sobbarcarsi il problema dell'immigrazione clandestina, un po' per tutta l'Europa, ma si configura quale strumento, per creare un valore aggiunto maggiore complessivamente, approfittando anche del clima, che allunga qui la stagione turistica. Si rende noto, infatti, che i buoni saranno validi anche per il mese di luglio e di agosto, quindi, in piena stagione e che anche per il settore trasporti, alcune compagnie stanno promuovendo tariffe agevolate.
(08/05/2011 - Emanuele Ameruso)
In evidenza oggi:
» In arrivo più ferie e ponti per tutti
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Resta aggiornato. Segui StudioCataldi su Telegram      SCOPRI DI PIU'
chiudi