Sei in: Home » Articoli

INPS: interruzione di gravidanza e congedo di maternitÓ

inps id9672.png
L'Inps, con messaggio n. 9042 del 18 aprile 2011, fornisce indicazioni relativamente alla qualificazione dell'interruzione di gravidanza (spontanea o terapeutica) ai fini del riconoscimento o meno del diritto al congedo di maternitÓ ed al correlativo trattamento economico. La linea di demarcazione tra le due ipotesi Ŕ rappresentata dal superamento o meno del 180░ giorno dall'inizio della gestazione (individuata calcolando a ritroso i 300 giorni dalla data presunta del parto). In particolare l'Istituto precisa che deve considerarsi parto l'interruzione che avviene a decorrere dal 180░ giorno dall'inizio della gestazione con il conseguente riconoscimento del diritto al congedo di maternitÓ ed al correlativo trattamento economico previdenziale; qualora, invece, l'interruzione si verifichi prima del 180░ giorno dall'inizio della gestazione Ŕ considerata come aborto, con diritto all'indennitÓ di malattia.
(22/04/2011 - L.S.)
Le pi¨ lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF