Sei in: Home » Articoli

Privacy: il vademecum "estivo" del Garante

"E-state in privacy", il Garante per la protezione dei dati personali pubblica l'edizione 2018 del vademecum per le informazioni utili anche in vacanza
coppia che difende privacy del telefono

di Gabriella Lax – Con l'estate e l'aria delle vacanze la voglia di selfie e di scatti aumenta. Ma la privacy non va mai in vacanza, per questo, il Garante per la protezione dei dati personali ha pensato ad E-state in privacy un vademecum per "non esporsi troppo".

Dal Garante privacy, il vademecum estivo

Mentre scattiamo le foto occhio a quelle in cui compaiono altre persone, è sempre meglio prima accertarsi che queste siano d'accordo, e soprattutto chiedere il consenso prima di inserire nomi e tag. Molta attenzione contro i malintenzionati del web è da porre nel caso in cui si postano foto o video di minori. Se si decide di pubblicarle vanno utilizzati espedienti come, ad esempio, rendere irriconoscibile il viso del minore.

Evitare le geolocalizzazioni che fanno sapere a tutti (compresi i ladri) che siamo lontani da casa.

Per smatphone, tablet e telefonini, in generale, mantenete aggiornamenti software costanti e programmi antivirus, magari dotati anche di anti-spyware e antispam come precauzioni per evitare furti di dati o violazioni della privacy. E´ bene mantenere aggiornati anche i sistemi operativi di tutti i dispositivi utilizzati per garantirsi una maggiore protezione. Inoltre, per proteggere i dati contenuti nei dispositivi, conviene impostare un codice di accesso sicuro e conservare con cura il codice IMEI, che si trova sulla scatola al momento dell´acquisto e che serve a bloccare il dispositivo a distanza. Prima di partire potrebbe inoltre essere utile fare un backup di tutte le informazioni (numeri di telefoni, foto, ecc.). Riguardo ai dispositivi domotici il rischio di attacchi informatici, virus e malware è sempre alle porte: assicurarsi che siano protetti, ad esempio impostando password sicure e aggiornando costantemente il software per garantire una maggiore protezione.

A proposito di vacanze, nella scelta dei luoghi, occhio alle offerte a bassissimo prezzo che potrebbero arrivare sui telefonini riguardo viaggi e affitti di case per le vacanze. In generale. Nel caso di utilizzo di servizi online per prenotare hotel, viaggi aerei, automobili a noleggio, ecc., usate carte di credito prepagate o altri sistemi di pagamento che permettono di evitare la condivisione di dati del conto bancario o della carta di credito. E impostate sistemi di alert che avvisano in tempo reale delle transazioni che avvengono sul conto o sulla carta di credito, per vedere subito eventuali addebiti non autorizzati e, nel caso, rivolgersi subito alla propria banca o al gestore delle carte. Altra accortezza importante è controllare che l'indirizzo internet dei siti su cui si fanno pagamenti on line non appaia anomalo.

(28/07/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Casa familiare all'ex anche se la figlia va all'università fuori città
» Arriva la riforma del processo civile
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss