Studio Cataldi: notizie giuridiche e di attualità
Home Notizie giuridiche Notizie di attualità Notizie ultima ora



Proroga delle agevolazioni fiscali per recupero patrimonio edilizio

Torna all'indice della finanziaria 2010

Proroga delle agevolazioni fiscali per recupero patrimonio edilizio

Il comma 7 dell’art.2, del ddl finanziaria 2010, apporta delle modificazioni alla legge del 24 dicembre 2007, n.244 (legge finanziaria 2008). Secondo tali modifiche, sarà del 36% la detrazione dell’Irpef per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio in favore di acquirenti o intestatari di immobili facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione o da cooperative edilizie, secondo quanto previsto dalla lettera a) del 7° comma, art.2. La condizione per poter usufruire della detrazione è che non vengano superati i 48 mila euro di spesa per la ristrutturazione di ogni immobile. Tale cifra potrà poi essere ripartita in dieci rate annuale di pari importo. Per i contribuenti di età non inferiore a 80 anni, c’è la possibilità di una ripartizione diversa e cioè, in 3 o 5 rate annuali. I contribuenti di età non inferiore agli anni 75 potranno optare per una ripartizione in 5 rate annuali. L’agevolazione Irperf ci sarà anche nel caso di acquisto di immobili facenti parte di edifici ristrutturati: per usufruire delle agevolazioni, i lavori dovranno essere eseguiti entro il 31 dicembre 2012, secondo la prescrizione della lettera b), co.7, art.2. Infine, i soggetti che vorranno alienazione o assegnare l’immobile, dovranno farlo entro il termine perentorio del 30 giugno 2013, anziché entro il termine precedentemente previsto del 31 dicembre 2012. Secondo i dati, il minor gettito totale per l’agevolazione del 36% dell’imposta Irap sarà pari a 2160 milioni di euro.























 
© Studio Cataldi 2001-2015