Sei in: Home » Articoli

Concorrenza sleale - Rigetto della domanda risarcitoria

Ai sensi dell'art. 2600 cod. civ., la reiezione della domanda di risarcimento del danno, conseguente all'accertamento dell'insussistenza di atti di concorrenza sleale, implica necessariamente il rigetto dell'istanza di pubblicazione della sentenza, sicchè la .mancata statuizione espressa del giudice su quest'ultimo punto non integra vizio di omessa pronuncia. (Corte di Cassazione - sez. I civ. - sentenza 8763 del 30 maggio 2003 - in www.cassazione.it)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(12/06/2003 - www.cassazione.it)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Avvocati: sanzionato chi tratta la causa senza il collega avversario
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Accordi prematrimoniali: in arrivo la legge
In evidenza oggi
Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizioneAvvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF