Sei in: Home » Articoli

Dipartimento Politiche Comunitarie: arrivano i corsi on line per accesso ai finanziamenti UE

L'uso dei fondi europei da parte delle regioni italiane è una nota dolente storica del nostro Paese, con una perdita di risorse potenziali, che per alcune regioni meridionali sfiora addirittura il 95%. Per questo, presso la Sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio, il 28 marzo si terrà un incontro, organizzato dal Dipartimento per le Politiche Comunitarie, che vedrà la partecipazione della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale e dell'Istituto Europeo di Pubblica Amministrazione. Obiettivo dell'incontro è lo studio della programmazione dei fondi 2007-2013. Per l'occasione sarà presentato anche il sito www.finanziamentidiretti.eu , che darà maggiori informazioni e delucidazioni, in merito alle opportunità di accesso ai finanziamenti UE. Non solo. Sarà ora anche possibile iscriversi a un corso online, sviluppato in due cicli.
Nel primo ciclo, si daranno informazioni teoriche su tutte le fasi del progetto per cui richiedere il finanziamento. Nella seconda parte, invece, saranno presentati gli strumenti tecnici e programmatici per la presentazione dei progetti. Infine, previsti sei incontri territoriali sulla programmazione europea del ciclo di finanziamenti 2007-2013. Si spera che questa iniziativa possa contribuire in modo concreto ad accrescere le opportunità di finanziamento di molte progettualità, che rimangono inespresse in Italia, a causa di un mancato sostegno pubblico delle amministrazioni locali.
(27/03/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF