Sei in: Home » Articoli

Cassazione: illegittimo il licenziamento del lavoratore che rifiuta lo spostamento in mancanza dell'auto aziendale

Il licenziamento, motivato dal fatto della mancata trasferta del lavoratore per assenza dell'autovettura aziendale, deve giudicarsi palesemente illegittimo per difetto della sussistenza dell'ipotesi di insubordinazione o comunque di inottemperanza alle direttive aziendali. Infatti il lavoratore, nel caso di specie, alla stregua del contratto collettivo e di quello individuale, non aveva l'obbligo giuridico di mettere a disposizione un proprio autoveicolo per disbrigare le trasferte. Così la Corte di Cassazione, con sentenza n. 6148 del 16 marzo 2011, rigetta il ricorso della CNA (Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa) avverso la decisione dei Giudici di merito che avevano riconosciuto l'illegittimità del licenziamento intimato ad un proprio dipendente.
La Suprema Corte, valutando la motivazione della Corte di merito giuridicamente corretta, ha inoltre sottolineato che l'Associazione Artigiani era datore di lavoro non imprenditore, svolgente senza fine di lucro attività di natura sindacale e di rappresentanza di categoria, non soggetta all'applicazione dell'art. 18 dello Statuto dei Lavoratori. Giusta, quindi, la determinazione dei Giudici d'Appello, ai sensi dell'art. 8 L. 604/1966, dell'indennità spettante al lavoratore in luogo della riassunzione.
(22/03/2011 - L.S.)
Le più lette:
» Addio ai voucher, arriva il lavoro breve e intermittente liberalizzato
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Caduta per la strada: quando si può parlare di insidia
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Asili nido: al via il bonus di mille euro
In evidenza oggi
Divorzio: il tradimento non si può provare direttamente per testiDivorzio: il tradimento non si può provare direttamente per testi
Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in EuropaAvvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF