Sei in: Home » Articoli

Codacons: dopo eventi in Giappone occorre blocco del programma nucleare italiano

nucleare id9898
Dopo il grave sisma che ha colpito il Giappone il Codacons si schiera dalla parte di chi chiede il blocco del programma nucleare italiano. In un comunicato stampa Carlo Rienzi, Presidente Codacons, afferma che è necessario aprire" una seria e approfondita riflessione sulle centrali di 'quarta generazione', in grado di offrire maggiori garanzie di sicurezza sia per i cittadini che per l'ambiente". già nel 2009 associazioni dei consumatori aveva diffidato il ministero dello sviluppo economico "affinchè disponesse due diligence nei confronti delle aziende che avrebbero potuto realizzare per l'Italia i reattori di quarta generazione" Il nucleare di terza generazione - continua Rienzi - dopo la recente catastrofe in Giappone è un ritorno al passato mentre i reattori di 'quarta generazione', rappresentano "il 'nucleare pulito', che consentirebbe nei prossimi 20 anni di costruire reattori commerciali con un più elevato livello di sicurezza, bassa tossicità e breve tempo di decadimento, maggiore protezione contro rischi di proliferazione di armamenti nucleari e attentati ed elevata economicità".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/03/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Whatsapp può spiare le chat private: l'allarme degli esperti
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF