Sei in: Home » Articoli

Taxi Roma, riparte dialogo dopo stop aumento tariffe

Di fronte all'Assessore alla MobilitÓ del Comune di Roma, Antonello Aurigemma, Ŕ ripreso il confronto tra le parti sulle tariffe dei taxi nella Capitale, dopo che una delibera della giunta Alemanno, che prevedeva un aumento delle tariffe, era stata impugnata e bocciata dal Tar. Successivamente alla sospensione della delibera, da parte del Tar, la giunta aveva fatto la voce grossa, riproponendone un'altra dello stesso tenore, ma dopo i dissidi interni allo stesso partito del Sindaco Alemanno e le invettive delle associazioni dei consumatori, l'amministrazione aveva fatto un passo indietro. Adesso, sia i tassisti che i consumatori sono dell'idea che qualsiasi intervento debba essere concordato. I primi lamentano l'aumento del costo della vita, e il fatto che le loro tariffe non siano state adeguate negli ultimi anni. I consumatori, al contrario, vorrebbero che tali aumenti non fossero iniqui e che si possano concordare sulle modalitÓ. La novitÓ vera sembra, dunque, proprio questa: viene riconosciuto il diritto all'aumento delle tariffe, in favore della categoria dei tassisti. Soddisfatto l'assessore Aurigemma, il quale si era visto incagliato in una situazione di impasse politica e amministrativa, di fronte a opposte richieste delle categorie.
Inutile dire che a Roma l'idea di un libero mercato con libere tariffe sembra del tutto appartenere a un mondo estraneo.
(11/03/2011 - Emanuele Ameruso)
Le pi¨ lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietÓ post-coniugale
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
In evidenza oggi
Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metriCiclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospettoMulta di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF