Sei in: Home » Articoli

La causa degli incidenti stradali? Incapaci alla guida - La tesi di un lettore - Lucia di Molinella uccisa sulle strisce

posta e risposta id9497
POSTA e RISPOSTA n°40 dà ospitalità al pensiero del visitatore che usa il nickname di AEREOPORTO LIBERO che, con il messaggio inviato il 7 mar '11, prospetta alcune questioni in relazione al limitatore di velocità in stile ferroviario proposto dal lettore Angelo SACCOMANNO il 4 mar '11: "Mi scusi, e se devo accelerare per evitare un incidente o per far passare un mezzo di soccorso o perchè sono io che ho un'emergenza. Rendiamoci conto che per quanto tragici gli incidenti stradali -e parlo da persona colpita negli affetti- svolgano lo sgradito compito che un tempo aveva l'influenza, la cosidetta selezione naturale, la differenza è che con il sinistro stradale si ha un responsabile che viene punito, mentre con le pandemie&epidemie non si poteva incriminare un virus o un batterio! Impari la gente a guidare, perchè è questa la prima causa degli incidenti, l'elevato numero di incapaci alla guida, non sanzionati perchè è più scomodo far la sanzione a chi ha i bimbi slegati che a chi va veloce -grazie al maledetto tutor!" - Ringrazio il lettore e dichiaro aperto il dibattito sull'argomento che presenta non poche criticità; io non ne condivido il pensiero. Non so se sa, Egregio 'Aereoporto Libero', che sabato sera 5 mar '11 a Bologna, poco lontano dalla sede dell'Unipol, il trentenne Cristian è risultato positivo alla cocaina: non so se è bravo a guidare la macchina; si tratta di un tipo di Budrio arrestato dopo aver investito con la sua auto due ragazze di diciotto anni che attraversavano la strada sulle strisce pedonali in Via Stalingrado. La Procura gli contesterà l'omicidio volontario con dolo eventuale. Una delle due giovani, Lucia Varriale, residente a Molinella, è stata centrata dalla Y10 ed è stata proiettata per circa trenta metri: pare che Lucia sia morta sul colpo. L'amica è ricoverata all'Ospedale Maggiore in condizioni assai gravi, ma fortunatamente non pare in imminente pericolo di vita.
Nel sinistro ha 'soltanto' riportato fratture e lesioni interne. Il consulente incaricato di ricostruire la cinematica ha stimato la velocità dell'autovettura in 110-120 kmh; dall'esame delle tracce impresse sulla pavimentazione stradale pare che il Consulente abbia stabilito che la macchina investitrice ha scartato le due auto che si erano fermate in prima e seconda corsia per lasciare attraversare la ragazze, sorpassandole ma finendo cosi per centrare in pieno le due malcapitate. Il Procuratore Aggiunto Dott. Valter GIOVANNINI, il PM del processo alla Banda della Uno Bianca, ha dato atto dell'impegno degli ausiliari che hanno lavorato nel giorno di festa. I risultati delle consulenze saranno inviati al gip cui il PM Dott. Antonello GUSTAPANE chiederà la convalida dell'arresto. Form a completa disposizione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(08/03/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF