Sei in: Home » Articoli

Festival Sanremo, Agcom nomina due osservatori al televoto

Manca poco all'inizio della 61esima edizione del Festival di Sanremo, che come ogni anno, è preceduto da numerose polemiche, più o meno pilotate dal reparto marketing di Viale Mazzini, e strategicamente mirate ad accrescere la curiosità e l'interesse del pubblico. Tuttavia, quest'anno sono le associazioni dei consumatori che vogliono accendere i riflettori sulla modalità di voto dei cantanti in gara, tramite il cosiddetto televoto, già oggetto di critiche e di dubbi nelle scorse edizioni. Ora, l'Autorità Garante delle Comunicazioni ha nominato due osservatori, in rappresentanza dei consumatori, l'ormai celebre Massimiliano Dona, segretario dell'Unione Nazionale Consumatori e Carlo Pilieri, dell'Adoc. I due potrebbero assistere, in veste di rappresentanti delle associazioni dei consumatori, al televoto, vigilando sulla regolarità, più volte messa in dubbio da molti, cantanti compresi. La nomina dell'Agcom, comunque, non ha effetti diretti, nel senso che sarà ora la Rai, in qualità di organizzatrice della kermesse canora, a dovere accettare le nomine e la loro presenza nelle stanze dove il televoto verrà ricevuto ed elaborato. Nelle ultime settimane, a essere prese di mira dalle associazioni dei consumatori, oltre al Festival di Sanremo, ci sono state altre trasmissione di punta, come il Grande Fratello, accusato di truffa e di non rispetto della sensibilità del pubblico (i famosi casi di bestemmia!).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/02/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF