Sei in: Home » Articoli

Maxi blitz antidroga - Gip Macerata - Pericolo di fuga - Non sussiste

sentenza martello giustizia
Sapete com'andata a finire la storia di Massimo, il gommista gentile della news dell'8 feb '11 coinvolto nell'operazione 'Alejandro'? Ha patteggiato la pena per l'accusa di detenzione di droga, relativa al rinvenimento di cocaina in casa, e se n'è tornato in libertà. Il Gip non ha ravvisato alcun pericolo di fuga, concreto ed attuale. Tra l'altro, sembra che il provvedimento, della lunghezza di ben 1.473 pagine, disponesse fermi in modo indistinto, richiedendo la misura della custodia cautelare per una persona che si ritiene responsabile di un reato sol perché per altre, pure coinvolte nella vastissima indagine, si temesse potessero fuggire.
E' avanti agli occhi di tutti quanto sia delicato ed importante il ruolo del Giudice per le Indagini Preliminari nell'architettura del nostro sistema procedimentale.
(11/02/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Riforma giudici di pace: da oggi in vigore
» Leva obbligatoria per 8 mesi: la proposta al Senato
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: i libri da leggere sotto l'ombrellone ... tra un atto e una nuotata
» Condominio: ripartizione spese di pulizia e illuminazione scale
In evidenza oggi
Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodoIncidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto TravawAvvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Bulli online: ammoniti dal questore
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF