Sei in: Home » Articoli

POSTA e RISPOSTA: multe e reddito - Alcuni interventi (32^ puntata)

posta e risposta id9497
L'affezionato visitatore Attilio SANGIANI torna alla carica: "Caro avvocato cosa pensa Lei della proposta, partita da me, (avvocato, docente e Giudice di Pace in pensione), di rapportare in qualche modo fattibile, non utopistico, le sanzioni pecuniarie amministrative al reddito del contravventore? Con la massima cordialità Attilio Sangiani". - Concordo a fini dissuasivi e La ringrazio per l'assiduità con cui segue Studio Cataldi. Poi c'è la Guardia di Finanza che sciorina cifre mica da ridere: in un solo anno d'indagini ha scovato circa cinquanta miliardi di euro di EVASIONE, di cui più di venti miliardi occultati al Fisco da evasori TOTALI. Se non si estirpa tale piaga, mi sa che le nostre proposte sono utopia davvero. Si legga un po', caro Sangiani, l'opinione di Alberto MARZARO: "Credo di andare controcorrente, ma a parer mio il sistema sanzionatorio attuale è buono. Non concordo affatto con l' idea dell'avv. Paolo M. Storani quando sostiene che la multa potrebbe essere calcolata in proporzione alla tassa sulla circolazione pagata dal mezzo oggetto della sanzione. Una utilitaria vecchia e meno sicura lanciata ai 150 km all'ora si troverebbe a pagare meno di una moderna auto ad alte prestazioni che corre alla stessa velocità, ma essendo molto più sicura.
Si andrebbe così a premiare il mezzo più pericoloso". Tante grazie anche al Sig. Marzaro per avere contribuito alla discussione. Ora parola a SILMABRU (utenza mail identificata): "Concordo sul fatto che la sanzione sia legittima e concordo anche su fatto che sia ingiusta. Mi pare però molto sciocca l'idea che la sanzione possa essere commisurata al reddito, prescindendo dalla accertabilità dello stesso, perchè in tale ipotesi non sarebbe più una sanzione ma una vera e propria tassa discriminante per le categorie e incostituzionale". Caro Silmabru, ma come la mettiamo poi con l'effetto della deterrenza? Il dibattito è sempre aperto ed il form è uno store che non chiude neanche di notte. Seguiteci: abbiamo in cantiere novità affascinanti.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/02/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF