Sei in: Home » Articoli

Legittimo impedimento cade sotto la scure della Consulta

corte costituzionale id9479.png
La norma sul legittimo impedimento 'speciale' è incompatibile con la nostra Costituzione: la Consulta, verso le h.17 di oggi 13 gen '11, ha bocciato, sembra (dai primissimi lanci d'agenzia) in parte, la certificazione di Palazzo Chigi sull'impedimento ed eliminato l'automatismo che imponeva l'obbligo per il giudice di rinviare l'udienza fino a sei mesi; come Studio Cataldi aveva anticipato con la news dell'11 gen '11, è stato, dunque, dichiarato illegittimo il comma 4 dell'art. 1 della legge 51 del 7 apr '10, nata quale anomala norma-ponte in attesa di imprimerle una veste costituzionale, tentativo poi arenatosi. Viene, quindi, ricondotto nei poteri del giudice il vaglio in ordine al legittimo impedimento. Impedendo al giudice di valutare la consistenza dell'impedimento, la legge determinava una evidente disparità tra i cittadini. Seguirà un commento approfondito sulla pronuncia della Corte Costituzionale.
Ricucendo lo strappo istituzionale verificandosi in occasione dell'elezione del nuovo Presidente DE SIERVO, sintomo di una Corte spaccata quasi perfettamente a metà (8 a 7), questa volta la maggioranza a favore dell'incostituzionalità sembra sia stata schiacciante: 12 a 3. Lo scudo (per carità non usiamo il vocabolo lodo che non c'entra niente!) Alfano cadde 9 a 6. Sono serviti tutti coloro che in questi giorni hanno voluto caricare di intenti extragiuridici i componenti della Consulta; sono serviti anche coloro che hanno indugiato sulla parola 'compromesso', che non figura nel dizionario della Corte; nessun riflesso d'ordine politico può concretizzarsi da tale pronuncia stante la compresenza nell'Ordinamento Giuridico del legittimo impedimento tradizionale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/01/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF