Sei in: Home » Articoli

Spaccio di "pasticche" in discoteca

La Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 20966/2003) ha stabilito che le pasticche che vengono distribuite in discoteca non possono presumersi sostanze stupefacenti in assenza di un riscontro accurato e di una minuziosa indagine sulla loro composizione. In particolare i Giudici di Piazza Cavour, nel precisare che per la sussistenza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti non sufficiente l'accertamento dell'effetto "euforizzante" della pasticca, hanno affermato che "il giudice, in assenza di una perizia sulla sostanza, deve fornire una adeguata motivazione delle ragioni che lo inducono a ritenere che la sostanza stessa sia stupefacente indicando con precisione gli elementi probatori utilizzati quali ad esempio ammissioni di coimputati, accertamenti di polizia o altri elementi di univoco significato".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/05/2003 - Marina Demaria)
Le pi lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa n obbligo di iscrizione
» Avvocati: sanzionato chi tratta la causa senza il collega avversario
» Regime dei minimi: com'era e com'
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Accordi prematrimoniali: in arrivo la legge
In evidenza oggi
Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa n obbligo di iscrizioneAvvocati: niente contributi minimi alla Cassa n obbligo di iscrizione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF