Sei in: Home » Articoli

POSTA e RISPOSTA: marciapiedi killer (26^ puntata)

posta e risposta id9497
Non conosco ETTY BARKI che il 4 gen '11 ci ha mandato una bella lettera; merita la pubblicazione più di corsa che di prescia per le stringenti tematiche sulla circolazione stradale di Milano che pone e per come è scritta: che stile imaginifico! Orsù, a lei la parola: "Ho appena messo in condivisione su Facebook...etty barki-delle fotografie di un paese dell'Albania. Appena ho un attimo di tempo, farò le foto del mio marciapiede e delle piscine che ho a 1 metro dal mio portoncino. Non c'è alcuna differenza dalle stradine albanesi. Vedere per credere. Ma stiamo parlando della Grande Milano, di una zona considerata "di lusso" a due passi dalla ex fiera, ad altri due dalla attuale orribile Piazza Piemonte (basta guardare come hanno distrutto la piazza con quell'oscena entrata ai box). Parleremo anche delle rotonde, tutta Milano è una rotonda piccina, in una vietta piccina, affiancata da enormi marciapiedi, che sembrano tanti piccoli cimiterini militari: marciapiede con sopra un'altro marciapiede, più piccolo e sopra ancora un cumulo di sassi bianchi. Chi c'è dietro a questo scempio? Milano ormai è piena di angoli con vasi di fiori finti appese ai pali. Ogni palo un morto, ma ritengo che presto i parenti dei prossimi defunti avranno da combattere per assicurarsi un posticino-E NESSUNO INTERVIENE!!! Alcune sere fa, in una di queste rotonde, ci è finito un signore di Arese; per evitare un'auto che condivideva la via ormai ristretta dalla rotonda, finiva su di esse, spaccando il paraurti, la gomma ecc... Era disperato, per disincastrare il paraurti a penzoloni tutto completo di targa stava rischiando di essere investito in pieno. L'ho aiutato a cercare il numero del carro attrezzi e mettendo la mia auto di traverso ho evitato che facesse la fine di una suola da scarpe. Chi vuol difendere i suoi interessi? io sono testimone. Vogliamo parlare dei panettoni, ora in cemento naturale, ora gialli, ora rotti, ora abbandonati? Avevo chiesto al Comune di metterne due davanti alla mia casa.
SONO VIETATI! rispondono. Perchè? Perchè sono considerati PERICOLOSI, per le moto, sono mortali se vanno a sbattere sopra, i bambini con le biciclettine, le carrozzine, le carrozzelle per disabili, perchè distruggono le auto, perchè gli anziani inciampano e si spaccano la testa ...ecc... E io domando? e come mai le hanno permesse...risposta: la ditta era della moglie di (n.d.r.=un politico del passato) e ora che non c'è più sono vietati... allora ora mi chiedo... queste infinite rotonde, queste vie ristrette da marciapiedini, su marciapiedini di chi sono? Di quale moglie madre sorella di Politico è questa ditta adesso? Nel frattempo i panettoni sono vietati perchè ritenuti pericolosi ma guarda caso non vengono rimossi. Troppo costoso! E quando il Politico proprietario della ditta dei marciapiedi con sassi e di rotonde cadrà...ci dovremo tenere anche questi 'cosi' in mezzo al traffico? E chi verrà dopo cos'altro vorrà fare?Come hanno ridotto Milano e l'Italia? Si è costretti a fare le gimkane per evitare di lasciarci penne e piume! Altro che tasso alcolico! (sono astemia e sono d'accordo).Ma ai guidatori vengono tolti punti perchè usano il telefono, ma a loro ...a loro... Appena terminati i lavori di uno di questi marciapiedi killer, ovviamente con stradina ristrettissima, è arrivata un'auto e sbattendo contro questo serpentone di cemento si è ribaltata e l'auto sembrava una tartaruga la cui casetta si è ribaltata: gambette in sù e scocca sull'asfalto. Per miracolo non abbiamo fuori adesso il vaso di fiori finti. Cordialmente, alla prossima - Mi domando che fine farà la mia mail. Che cosa avete intenzione di fare. A che serve questo Portale? Grazie se mi risponderete. Una cittadina di Milano" - Carissima Etty, mi permetto di darTi del Tu perché sei folgorante, una forza della natura; scuserai se ho tolto un riferimento diretto ad un politico, per giunta del passato: non penso che il Tuo chiarissimo pensiero ne sia rimasto sconvolto o snaturato; ognuno, in ciascun paese d'Italia, ci potrà mettere il nome e cognome del politico che disistima. Quanto ai puntini di sospensione, sono tutti farina del fecondo sacco dell'ottima Autrice: non sono tagli censori insomma. All'ultima domanda ("a che serve questo Portale") Ti sei formulata la domanda e pure la risposta. Non trovi? Ciao, continua a combattere ed a seguirci. Sperabilmente da inesauribile incazzata! Del resto, i panettoni di cemento (senza manco canditi ed uvetta) rimangono sullo stomaco. Ah, a proposito, hai letto l'autobiografia di Teo TEOCOLI "Io ballo da solo", uscita or ora per i tipi di Mondadori? Io ce l'ho sul comodino ed è stupenda, seppur non scritta in un italiano da Accademia della Crusca. Mi ha fatto ripensare a Beppe VIOLA, il più grande di tutti, praticamente un genio. Se vuoi e puoi torna a scrivere a Studio Cataldi: i lettori (ed anch'io: amo Milano, uno dei luoghi in cui mi sento meglio) vorranno sapere come evolve la Tua battaglia.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(08/01/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF