Sei in: Home » Articoli

Rincari Autostrade, l'ira di Federconsumatori

auto guida traffico autovelox multe
Puntuale come il cine-panettone a Natale, scattano ogni inizio di anno i rincari delle tariffe, sottoposte a controlli da parte delle authorities competenti. A fare discutere di più, in questo inizio di 2011, sono i rincari del pedaggio autostradale, in molti casi, veri e propri salassi per gli automobilisti. Se le società che gestiscono le tratte autostradali parlano di un rincaro medio del 3,3%, in realtà il quotidiano economico “Sole 24 ore” fornisce un dato differente, arrivando a segnalare un rincaro medio del ben 7%. Le società si difendono giustificano tali variazioni di tariffe come misura necessaria l fine di far ripartire gli investimenti, fatto sta che Federconsumatori si è scagliata contro alcuni aumenti eccessivi e che fungono da pubblicità negativa per la regione Valle D'Aosta: il riferimento è alla tratta Aosta-Quincinetto, che vede rincari che vanno dal 14% al 18,95%. Federconsumatori denuncia che una regione che pretende di avere un'ispirazione turistica non può adottare una misura “producendo” una pubblicità così negativa.
Inoltre, denuncia l'associazione, ci saranno ripercussioni negative sui cittadini valdostani, che vanno a lavorare fuori regione, nonché sulle merci trasportate su gomma, che potrebbero subire bruschi rincari. Soddisfazione, infine, di Federconsumatori, per l'incontro chiesto e ottenuto dal Presidente della Regione con le due società di gestione delle autostrade in Valle d'Aosta.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/01/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF