Sei in: Home » Articoli

Consumatori.it: i consigli per il brindisi di fine anno

champagne id9493
Capodanno è in arrivo e l'Unione Nazionale Consumatori invita a seguire alcuni consigli prima del cin cin di fine anno. Per chi desidera brindare non è facile scegliere la bottiglia giusta date le tante offerte presenti sul mercato. Secondo consumatori.it le etichette non sempre aiutano all'acquisto perchè spesso sono poco chiare e scritte in francese anche quando si trovano su vini italiani. In un comunicato l'Unione Nazionale Conumatori da quindi alcuni suggerimenti pratici: "Termini come charmat e champenois - si legge nel comunicato - si riferiscono ad esempio al metodo di produzione: il primo, più breve, prevede la fermentazione in tini o autoclavi, con il secondo procedimento, invece, la fermentazione molto più lunga avviene direttamente in bottiglia.
Dunque, quando si legge champenois, talento o classico riguarda l'operazione con la quale si produce lo spumante". Ciò che conta ai fini pratici è capire quale bottigila fa al caso nostro. "per un aperitivo o per accompagnare un pasto di pesce sono preferibili gli spumanti 'brut', 'nature' o 'dosage zèro'; per frutta e dessert sono preferibili 'sec' e 'demi sec'. Chi non ama brindare con tante bollicine, inoltre, è meglio che opti per il 'cremant' che è poco frizzante, l' 'extra brut', poi, è estremamente secco". Una volta fatta la scelta giusta è però importante conservare la bottiglia in modo adeguato evitando di lasciare lo spumante troppo a lungo nel frigorifero o peggio di raffreddarlo nel congelatore. Se una bottiglia va conservata a lungo è bene tenerla lontano dalla luce e da fonti di calore e mantenerle ad una temperatura possibilmente non superiore a 15 gradi e in posizione orizzontale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/12/2010 - N.R.)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF