Sei in: Home » Articoli

Codacons: ammessa la class action per risarcimento in favore degli acquirenti del test influenzale

codacons id9413.png
E' stata ammessa la prima class action Italiana proposta da Codacons nei confronti della VODEN MEDICAL INSTRUMENTS S.p.A.. Ne da notizia la stessa associazione dei consumatori in un comunicato stampa in cui richiama il dispositivo emesso dall'ottava sezione civile del Tribunale di Milano. La class action è stata ammessa ai sensi dell'art. 140 bis, comma 2 lettera c del Codice del Consumo, che tutela "i diritti identici al ristoro del pregiudizio derivante agli stessi consumatori e utenti da pratiche commerciali scorrette o da comportamenti anticoncorrenziali'. L'associazione confida ora nell'accoglimento della domanda di risarcimento danni in favore degli acquirenti del test fai da te contro l'influenza suina.
Secondo il Codacons infatti la società produttrice avrebbe messo in atto pratiche commerciali scorrette "consistenti in una pubblicità del prodotto con enfatizzazione di qualità e caratteristiche che invece il prodotto non possedeva. Tali pratiche hanno, infatti, convinto decine di migliaia di consumatori ad acquistare un tipo di prodotto sul quale lo stesso Ministro della Salute Fazio, a suo tempo, dichiarò: 'I test a casa non servono a niente, l'unica diagnosi affidabile è quella del medico'".
(24/12/2010 - N.R.)
Le più lette:
» Addio ai voucher, arriva il lavoro breve e intermittente liberalizzato
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Caduta per la strada: quando si può parlare di insidia
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Asili nido: al via il bonus di mille euro
In evidenza oggi
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuitiAvvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF