Sei in: Home » Articoli

Governo, OsMed: risultati rapporto nazionale uso farmaci 2010

Con una nota Palazzo Chigi illustra i risultati del Rapporto nazionale OsMed gennaio-settembre 2010, il rapporto 2010 sull'uso dei farmaci in Italia, che prende in considerazione andamento dei consumi farmaceutici territoriali di classe A, in termini di consumi, spesa, tipologia di farmaci e caratteristiche degli utilizzatori. I risultati sono il frutto del lavoro Osservatorio Nazionale sull'Impiego dei medicinali, istituito con legge 448 del 1998 istituito con l'intento di descrivere i cambiamenti nell'uso dei farmaci, correlare problemi di sanità e contribuire alle iniziative per promuovere un migliore uso dei farmaci. Tra i dati emerge che, per quanto concerne i farmaci di classe A, i farmaci che vengono dispensati dal Servizio Sanitario Nazionale, la spesa territoriale è stata di circa 10 milioni di euro per i primi nove mesi dell'anno in corso. Tale spesa segnala un aumento dello 0,8% rispetto alla spesa dell'anno 2009. In sostanza, ogni mille abitanti sono state prescritte 954 dosi rispetto alle 924 del 2009. Altro dato sottolineato è una maggiore incidenza del ticket nei primi nove mesi dell'anno: l'aumento, secondo quanto emerge dal rapporto è del 16%, rispetto all'anno passato. Inoltre i farmaci equivalenti rappresentano orami il 30% della spesa farmaceutica.
Nella nota diffusa da Palazzo Chigi, viene precisato che il rapporto non prende in considerazione i dati relativi ai farmaci somministrati all'interno delle strutture ospedaliere e a quelli in distribuzione diretta o erogati al momento della dimissione.
(23/12/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF