Sei in: Home » Articoli

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: lavori in ambienti sospetti di inquinamento

Il Ministero del Lavoro, con circolare n. 42 del 9 dicembre 2010, ha fornito indicazioni operative in ordine agli obblighi in materia di tutela della salute e sicurezza connessi ai contratti d'appalto relativi a lavori in ambienti sospetti di inquinamento. Il Dicastero sottolinea la forte esigenza di pianificare una specifica azione di monitoraggio e controllo degli appalti di servizi aventi ad oggetto attivitą manutentive o di pulizia in aree confinate (silos, pozzi, cisterne, serbatoi, impianti di depurazione, cunicoli, gallerie ecc.), appalti che maggiormente espongono al rischio di asfissia o di intossicazione dovuta ad esalazione di sostanze tossiche o nocive il personale di aziende non necessariamente preparato ad affrontare tali specifiche evenienze.
A tal fine, le Direzioni Provinciali del Lavoro provvederanno, con la massima tempestivitą, ad elaborare specifici piani d'intervento nelle realtą maggiormente interessate a tali problematiche, effettuando un monitoraggio dei lavori in appalto di maggior rilevanza e potenzialmente pił rischiosi presso le aziende ove sia maggiormente ipotizzabile tale tipologia di rischio. Le risultanze di tale monitoraggio andranno condivise con gli organi di vigilanza territoriali ai fini della programmazione degli interventi ispettivi volti in particolare alla verifica: della corretta e completa elaborazione del DUVRI (Documento Univo di Valutazione dei Rischi interferenziali) da parte delle aziende committenti; delle misure di prevenzione e protezione previste per effettuare l'intervento lavorativo; dei contenuti e della "effettivitą" della formazione/informazione nei confronti dei lavoratori delle aziende appaltatrici sui rischi interferenziali delle attivitą svolte; dell'efficienza del sistema organizzativo dell'emergenza.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/12/2010 - L.S.)
Le pił lette:
» Ereditą: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF