Sei in: Home » Articoli

Unione Nazionale Consumatori: al via per Natale l'iniziativa "Casper, che sconti!"

natale id9385
Le associazioni dei consumatori Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione Nazionale Consumatori, che hanno aderito al Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Casper) hanno lanciato una nuova iniziativa in favore dei consumatori italiani in vista delle spese natalizie. Come si legge in un comunicato stampa "E' risaputo come il periodo di Natale, tra regali, spese alimentari, addobbi per la casa, ecc., sia quello che fa registrare forti uscite monetarie da parte delle famiglie. La situazione economica attuale, tuttavia, rischia da una parte di impoverire ulteriormente i cittadini che decideranno di seguire la tradizione e fare acquisti, dall'altra di determinare una contrazione dei consumi, essendo molte famiglie costrette a limitare le spese natalizie, non essendoci più soldi a disposizione". A fronte di tale situazione il Comitato ha messo a punto l'iniziativa "Casper! Che sconti!" che si propone di consentire ai consumatori di fare acquisti senza restare dissanguati e ai commercianti di non subire flessioni dei consumi. Il fulcro del progetto - spiega consumatori.it - "consiste in una serie di sconti di diversa entità, praticati dal lunedì al venerdì da negozianti e grande distribuzione nel periodo antecedente le festività, in favore di quei consumatori che, al momento dell'acquisto, dichiareranno di essere iscritti ad una delle associazioni Casper".
Altre informazioni su questo argomento
(05/12/2010 - N.R.)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF