Sei in: Home » Articoli

POSTA e RISPOSTA: seno procace (18^ puntata)

L'Avv. Emidio SANTORI del Foro di Fermo interviene sul contenuto della news del 16 nov '10, intitolata 'seno procace, licenziamento sicuro': "Salve, vorrei spezzare una lancia a favore del seno procace e delle donne che lo posseggono. Non vedo in esso alcun male, a patto che sia naturale al 100% e non messo in mostra per fare carriera od ottenere favoritismi. La bellezza femminile contempla –e perché no?- anche il seno, vero dono della natura e benedizione di Dio. Anche il (pre)giudizio di equivalenza che vuole la donna bella e attraente poco intelligente, oca ecc. va ripensato, credo. Rispetto al caso degli States viene da sorridere, anzi da ridere... per la rabbia, e si può dire: “senti da quale pulpito viene la predica!” Il caso della manager pettoruta è ancor più aberrante sol che si consideri il paradosso in cui vive quella società... ancora molto conservatrice e bigotta; che continua a proporre un modello culturale basato sul sesso, sulla violenza e sul raggiungimento di profitto e successo a ogni costo. Allora si manda a casa la manager per esorcizzare un male più profondo e sinistro, un malessere che da tanto ammorba la società americana con le sue mille contraddizioni. Se poi guardiamo ai fatti di casa nostra, ci accorgiamo di non essere tanto diversi dai cugini d'America.
Tutto il mondo è paese. Stessa ipocrisia, stesso bisogno di crocifiggere qualcuno o qualcuna, di tanto in tanto... per sentirci meglio, per mettere a posto le coscienze e convincerci che le cose non vanno male. Ad esempio, si è fatto un gran parlare di tutela della donna, di quote rosa... ma poi si scade sempre nel ridicolo, come è ridicolo licenziare una donna per via del seno prorompente o affibbiarle delle etichette moraleggianti. Purtroppo senza superare i pregiudizi che ci fanno alzare steccati a ogni angolo della nostra vita e delle nostre attività, senza la volontà di creare una società giusta, in cui uomo e donna siano parificati, valorizzati per le loro doti intellettuali più che fisiche, il nostro Paese continuerà a peggiorare. Ci sono problemi assai più seri delle donne procaci da affrontare e risolvere per aggiustare l'Italia.
Nel frattempo però che male c'è a dire: viva Voi, donne procaci! Viva la vostra bellezza tutta mediterranea, spesso superlativa. Grazie per farci sognare con la bellezza naturale, che Dio v'ha dato e l'uomo non può ignorare! Grazie per renderci la vita un po' meno dura... soprattutto con la vostra Intelligenza. avv. Emidio Santori". Ringrazio il Collega marchigiano per la lettera impressa (addirittura in tre tranches che ho accorpato) sul form qualche giorno fa (il 30 nov '10); preciso che i puntini di sospensione sono dell'Autore e non indicano tagli da me apportati: il contributo è, quindi, intonso. Esente da censure. Penso che l'Avv. Santori risieda a Grottammare, splendido luogo che, se non erro, ha dato i natali al grande Giurista, nonché Presidente emerito della Corte Costituzionale, Piero Alberto CAPOTOSTI. E siccome anche il Prof. Franco BARTOLOMEI, ottimo amministrativista purtroppo scomparso prematuramente, era di quei luoghi, che ci aiutino l'aria buona e gli ameni panorami a strapiombo sul mare.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(08/12/2010 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF