Sei in: Home » Articoli

A distanza di un quasi due mesi dall'entrata in vigore del Codice del processo amministrativo, ecco le principali novità

È entrato in vigore il 16 settembre scorso il nuovo Codice del Processo Amministrativo (Attuazione dell'articolo 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante delega al governo per il riordino del processo amministrativo), il decreto legislativo n. 104 del 2 luglio 2010, provvedimento che, in attuazione di quanto stabilito dalla Legge 18 giugno 2009, n. 69 (Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile), in particolare, dall'art. 44, (Delega al Governo per il riassetto della disciplina del processo amministrativo) disciplinerà il processo avanti ai tribunali amministrativi regionali e al Consiglio di Stato, “al fine di adeguare le norme vigenti alla giurisprudenza della Corte costituzionale e delle giurisdizioni superiori, di coordinarle con le norme del codice di procedura civile in quanto espressione di principi generali e di assicurare la concentrazione delle tutele”, come si legge dal primo comma dell'art. 44 della legge 69/2009. Tra i principali obiettivi del codice c'è quello di rendere più snello il processo amministrativo, come previsto dall'art. 2 del d. lgs. 104/2010, limitando il più possibile la durata dei processi. La necessità dell'approvazione di un codice sul processo amministrativo si rendeva inoltre necessaria visto che la materia veniva regolata da leggi risalenti anche ad un secolo fa e dalle novità giurisprudenziali che avevano rivoluzionato la materia del processo amministrativo, come ad esempio la storica sentenza n. 500 del 1999 delle Sezioni Unite sulla risarcibilità della lesioni degli interessi legittimi. Il codice si divide in 5 libri e in particolare, il primo sulle disposizioni di portata generale, il secondo sulla disciplina del processo di primo grado, il terzo e il quarto sulle norme in tema di impugnazione, ottemperanza e riti speciali, e l'ultimo sulle disposizioni finali. Per ulteriori informazioni, consulta l'approfondimento, cliccando il link qui di seguito.
Guida al nuovo codice del processo amministrativo

Ecco alcuni argomenti trattati nella guida:
Principi Generali
Organi della giustizia amministrativa di primo grado
Organi della giustizia amministrativa di secondo grado
Giurisdizione amministrativa
Giurisdizione di legittimità, esclusiva e di merito
Cognizione incidentale e questioni pregiudiziali
Difetto di giurisdizione
Questioni di giurisdizione – traslatio iudicii - arbitrato
Competenza: competenza territoriale inderogabile
Competenza: competenza funzionale inderogabile
Difetto di competenza
Tutti gli argomenti
Il testo del Decreto Legislativo 2 luglio 2010 , n. 104
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(03/11/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF