Sei in: Home » Articoli

Il diritto di accesso a domanda presentata da impresa concorrente incontra limiti?

Nell'ambito di una gara di appalto, una delle imprese non aggiudicatarie ha inoltrato all'Amministrazione aggiudicatrice istanza di accesso agli atti per estrarre copia della domanda presentata dalla ditta risultata vincitrice. Vedendosi opporre un rifiuto motivato dall'esigenza di tutelare il segreto tecnico-commerciale, ricorre al TAR (TAR Puglia – Bari, Sez. I, sentenza 24 Settembre 2010, n. 3490), il quale accoglie il ricorso e ordina alla stazione appaltante di concedere non solo la visione degli atti, bensì anche l'estrazione di copia. L'organo giudicante argomenta evidenziando che l'art. 13, comma 5 del d.lgs. n. 163 del 2006 (codice dei contratti pubblici) mira a proteggere le imprese da eventuali forme di concorrenza sleale, realizzata, appunto, attraverso la conoscenza di dati segreti riferibili al Know how dell'azienda che “subisce” il diritto di accesso. Non è sufficiente, quindi, che l'impresa accampi un generico diritto alla privacy, essendo, al contrario, indispensabile che dia “ motivata e comprovata dichiarazione” che l'accesso a determinate informazioni, da parte di uno o più concorrenti, violerebbe propri segreti tecnici o commerciali. Ma il TAR si spinge oltre: anche quando ricorra la dichiarazione di cui sopra, l'accesso deve essere sempre garantito allorché sia funzionale alla tutela giurisdizionale degli interessi di colui che presenta la richiesta.
Il comma successivo a quello sopra menzionato, infatti, precisa che è “comunque” consentito l'accesso al concorrente che lo chieda in vista della difesa in giudizio dei propri interessi, in relazione alla procedura di gara cui si riferisce l'istanza.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(23/10/2010 - V.Z.)
Le più lette:
» Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Catasto: è gratuita la consultazione delle visure
» Negoziazione assistita: sanzione aggiuntiva a chi non risponde all'invito
» Arriva il reato di omicidio di identità
» Omicidio stradale: arriva una nuova riforma
In evidenza oggi
PAS: non è una patologia ma un comportamento illecitoPAS: non è una patologia ma un comportamento illecito
Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaDdl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF