Sei in: Home » Articoli

Scadenza delle detrazioni fiscali del 55%: si apre uno spiraglio per la proroga.

Il prossimo 31 dicembre dovrebbe venire meno uno strumento che è stato accolto con estremo favore da migliaia di cittadini italiani: le detrazioni fiscali del 55% per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, in grado non solo di ridurre i consumi energetici delle abitazioni interessate, con beneficio sia delle famiglie in difficoltà per la crisi economica, che del sistema Paese, in cronica deficienza di risorse energetiche, ma anche di diminuire le emissioni di CO2, contribuendo a migliorare la qualità dell'aria nelle nostre città. Ovviamente le detrazioni rappresentano, altresì, un notevole impulso allo sviluppo dell'industria, tanto che, secondo dati forniti dall'associazione Federazione Industrie, Prodotti, Impianti e Servizi per le Costruzioni, il ritorno economico globale per l'Italia nell'arco di quattro anni, pari a quasi quattro miliardi di euro, è stato addirittura maggiore della diminuzione di entrata per l'Erario. La grande utilità di questa misura, del resto, è stata esaltata dalle associazioni di categoria del settore, dai sindaci, dalle Regioni, dalle Commissioni Ambiente e Trasporti della Camera e, di recente, perfino dal sottosegretario all'Economia e alle Finanze, Luigi Casero. Ora si è aggiunta anche una raccolta di adesioni on line, che si collega da una lettera aperta, indirizzata al nuovo Ministero per lo Sviluppo Economico e al Presidente del Consiglio, con la quale si motiva la richiesta di una proroga dello strumento fiscale in esame.
L'indirizzo cui collegarsi via web per offrire il proprio sostegno è il seguente: http://www.cinquantacinquepercento.it/2010/10/07/appello-per-la-proroga-delle-detrazioni-del-55/.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/10/2010 - V.Z.)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Niente stupro se la vittima dice basta ma non urla
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Negoziazione assistita: sanzione aggiuntiva a chi non risponde all'invitoNegoziazione assistita: sanzione aggiuntiva a chi non risponde all'invito
Se Equitalia sbaglia paga spese e danniSe Equitalia sbaglia paga spese e danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF