Sei in: Home » Articoli

POSTA e RISPOSTA: fumare alla guida (5^ puntata)

Parafrasando Mimmo Modugno, fumare oh, oh: e chi se lo sarebbe mai aspettato un tornado di flusso comunicativo sulla news del 5 ott '10 intitolata "FUMARE ALLA GUIDA". 1. Esordio per l'Avv. Anna Maria BRUNI, sono portato a ritenere, nella ridda degli avv.ti Bruni italiani, del Foro di Roma (magari la prossima volta ce lo indichi: fa piacere immaginare spazialmente i lettori nelle loro Città, la Sua la più bella del mondo: l'Avv. Bruni che prende la metro e scende a Piazza di Spagna e si concede un relax in centro dopo tanti grattacapi forensi): "Bellissimo: peccato che non se ne sia fatto nulla! Oltretutto in estate questa gente che fuma in macchina è insopportabile; tiene il finestrino aperto, ciondolando la sua porcheria ...risultato? Se stai fermo in fila vicino a loro con l'aria condizionata accesa, la loro lurida puzza ti arriva dritta dritta nell'abitacolo ... Sono stato in paesi smoke free, dove è vietato fumare anche per strada: sono dei paradisi, credetemi! Avv. Anna Maria BRUNI". Temo che il problema italiano siano più la mentalità che le leggi. 2. Ennio TOZZI ha il dono della sintesi: "Vietare il fumo a chi guida ed anche ai trasportati per evitare i danni da fumo passivo", pensiero di lapidaria chiarezza: chi oserebbe contraddirlo?! Scherzo, è ovvio; per i miei gusti ed agi olfattivi (a me l'odore delle sigarette dà decisamente fastidio), sarei d'accordo, anche se le proibizioni lasciano sempre delle perplessità e dei dubbi; dovrei rifletterci anche parecchio mentre le news che pubblichiamo hanno il pregio-difetto della rapidità; sotto un profilo tecnico-giuridico esistono degli ostacoli insormontabili che porterebbe un'ipotetica legge mirante alla proibizione a schiantarsi contro gli scogli dell'incostituzionalità; poi, la compressione della sfera privata dovrebbe trovare un contraltare in una spiccata esigenza, del tipo salvaguardia del minore, ma, Le ripeto, non sono per niente convinto. 3. Ma che ne pensa Roberto (o preferisce Roby?) MOSCA: "Sono un fumatore da sempre. consapevole dei rischi alla salute ritengo che i rischi al volante siano minimi rispetto a quella enorme massa di malati del cellulare che continuano a telefonare con il telefono in mano o sulla spalla.
Il telefono coinvolge emotivamente molto più della sigaretta. ma avete mai fatto caso ai pedoni al telefono che sono talmente concentrati a telefonare che ignorano qualsiasi cosa li circonda? Avete mai visto un pedone distratto perchè sta fumando? e avete mai visto un fumatore gesticolare come fa chi parla al telefono? Roberto"; osservazione azzeccata e ragionamento che non fa una grinza; il telefonatore fa gesti buffi ed è assorto nel fluire delle idee e dei pensieri: ergo, pericolosissimo! 4. Parola a Victor BRUNOVICH: "Sta diventando una autentica persecuzione. Diciamolo! Mi sembrano più gravi ed urgenti, ai fini della sicurezza stradale, almeno due aspetti che scelgo a titolo puramente esemplificativo: lo stato delle strade e il mancato rispetto delle distanze di sicurezza, quest'ultimo, in particolare, non viene per niente rilevato dalle forze dell'ordine; ma altri ne potrei enumerare"; sì, Sig. Brunovich, in Italia lo stato in cui versano le vie di comunicazione è semplicemente assurdo, sembrerebbe quasi una preordinata ricerca di sangue sulle strade; l'Avv. Gianmarco CESARI del Foro di Roma parla autorevolmente di "SACRIFICI UMANI" ed ogni volta che mi preparo ad ascoltare quell'eccezionale Persona che risponde al nome di 'Pina' CASSANITI Mastrojeni, Presidente della onlus Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, parto con un sentimento di mestizia e torno con un'energia positiva straordinaria; e vuoi mettere quelli che Ti si incollano sul paraurti posteriore? Odiosissimi e sopratutto imprevidenti: in caso x è tamponamento sicuro. 5. Benitox (non abbiamo il cognome) sostiene "secondo me, ci sono gia troppe leggi in contrasto tra esse, bisogna solo rispettare e far rispettare quelle che ci sono, in caso di minorenne a bordo sono più che favorevole. Però si parlava anche del viva voce in auto; che fine ha fatto?". 6. Anonimo lettore del Portale: "Automobile Club pensi al PRA, bolli ecc... Io nella mia macchina fumo se sono solo, se ho qualche ospite non l'accendo nemmeno. In Italia c'è gente che vive nell'assoluta indigenza e questi stanno lì a pensare al fumo in macchina! Come se in una famiglia ci fosse un componente gravemente malato e gli altri pensano di cambiare le piastrelle, di cambiare colore alle pareti o cambiare un'auto che va bene per una più grossa!". 7. Cedo la parola al Dott. Angelo COMANDU': "Se oggi non possiamo più fare i nostri comodi neanche in casa nostra come possiamo parlare di libertà? Io fumo rispettando chi non fuma, perchè chi non fuma non rispetta gli altri magari urlando; fischiando ...ed altro ma a loro è permesso perchè tanto non fumano? Sono lontani i tempi in cui ogni uno sapeva farsi i c.... (fatti) propri. Chi muore in Afganistan è un eroe, chi muore sul lavoro è un coglione, o meglio lo è il datore di lavoro. La differenza è che in Afganistan hanno voluto andarci spontaneamente a 5.000 euro mese, ora i familiari avranno pensioni d'oro chi invece è morto sul lavoro avrà poco o niente, neanche le super spese per i funerali di Stato. E' giustizia questa? Idem per chi fuma.
Dott. Angelo Comandù": avrei potuto eliminare la chiusa afgana, a mio avviso fuori tema, che ha il triste collegamento con il fumo solo per le macerie (fumanti), ma non ho voluto precluderLe il diritto di esprimersi (mi sarei sentito censorio, mentre istituendo il form ci siamo prefissi l'esatto contrario); concordo in ordine all'eguale valore della vita (e, quindi, della morte) umana, ma a mio sommesso avviso la questione che Lei solleva è talmente intricata e complessa che di per sé meriterebbe dieci-cento-mille puntate della rubrica. Escludo, però, che i congiunti delle povere vittime si beino per qualche provvidenza eventualmente ricevuta dal nostro Stato. Piuttosto, sarebbe opportuno interrogarsi sulla compatibilità costituzionale di una missione ormai molto poco di pace in uno Stato che, con verbo icastico e splendido, ripudia la guerra. L'importante è che esistano trattative ad alto livello tra leader taliban ed esponenti afgani, alle quali collaborano anche esponenti della Nato, in corso per far finire in tempi rapidi la guerra, come riferisce il New York Times. Concludo la digressione fuori tema, ma, come anticipato con la mia mail personale, Le dovevo comunque una risposta, sempre con la mia ferma convinzione che non bisogna mai generalizzare. 8. Ascoltiamo ora il Sig. Francesco BRUZZESE: "Questa volta devo dare ragione alla Lega Nord ...d'accordo nel penalizzare chi fuma al volante (chi vi scrive è un ex fumatore). A proposito di pericolo per gli altri, ai problemi da voi elencati, aggiungerei il fatto che a volte la cicca cade sul sedile mentre si stà guidando e potete immaginare la reazione... (a me è capitato), inoltre spesso succede che il fuma-guidatore getta la cicca dal finestrino (forse per non sporcare la sua auto, così non si svaluta) e guarda caso viene a finire sulla tua auto che sta seguendo (speriamo di non avere mai qualche perdita di carburante... Cordiali Saluti Francesco Bruzzese". 9. Mimmo CARBONE si sfoga (il Portale, in via residuale, serve anche a questo): "sono un fumatore e mi sa che se fossi stato un drogato mi avreste trattato meglio, dico solo questo perchè per il partito preso e per la gente egoista come voi non c'è altro. Spero solo che a casa mia non vi permettiate mai di impormi come devo vivere! e la mia macchina è la mia casa!" Risposta: Studio Cataldi si è limitato a porre la questione del progetto di una legge e le numerose lettere ne attestano l'interesse suscitato; il 'Vostro' Portale ha, quindi, riferito della proposta regolamentare la materia restringendo l'area in cui si può fumare; per quel niente che può valere la mia opinione, io sono tendenzialmente contrario; infatti, lo può notare dall'ironia del passo in cui riferisco: "Poi è tutto rientrato e non se n'è fatto niente: neppure una frustata sulla pubblica via da un emissario del Ministro della Salute Fazio"; certo, gli organi d'informazione debbono sempre esprimere raccomandazione a non fumare (io non fumo, detesto l'odore delle sigarette tranne quelle dei miei Amici, mi piace il profumo del sigaro, adoro la pipa perché mi fa ripensare a Mario RIGONI STERN, a Gianni BRERA, al 'vecio' Enzo BEARZOT ed al grande giornalista -è limitativo aggiungere 'sportivo'- Gianni MURA) o a contenersi grandemente nel consumo di sigarette; tant'è che proseguivo il mio intervento così: "sappiate che smettendo di fumare ne guadagnerete non solo in salute per i Vostri polmoni anneriti (fateVi riferire alcuni particolari macabri da un medico-legale: i polmoni diventano scuri), ma anche in tempi di reazione più rapidi e pronti in caso di pericolo viario" - Continuate a seguirci ed a scriverci: il form in calce è stato confezionato per Voi, fumatori, non fumatori, agnostici.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/10/2010 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF